I mutui a"tasso fisso"

Il tasso d'interesse del mutuo è fissato al momento della stipula del contratto fra il mutuatario e la banca. Non subisce altre modifiche sino all'integrale completamento del rimborso del debito al di fuori di quelle accettate dal mutuatario nell'ambito di una rinegoziazione. Anche se il tasso è fisso, l'importo delle rate può essere modulato nel tempo.

I mutui a"rata costante"

L'importo delle mensilità e il loro numero sono fissi per tutta la durata del rimborso del mutuo.

I mutui a"rata crescente"

L'importo delle mensilità aumenta progressivamente con il passare degli anni, secondo un ritmo deciso al momento della stipula del mutuo. Per esempio, ogni quattro anni, la rata aumenta del 2%. Questa formula permette di alleggerire i primi anni di rimborso, a scapitoperò degli anni successivi. Questi mutui, adatti alle persone che hanno un reddito sicuro e a progressione garantita, vanno utilizzati con precauzione.

I mutui modulabili

Questo tipo di mutuo permette al mutuatario di personalizzare il proprio mutuo gestendo il rimborso secondo le sue capacità e le sue esigenze lungo tutto il periodo di rimborso. Il mutuatario può decidere di aumentare o ridurre l'importo della rata. Conseguenza : il prolungamento o la riduzione della durata del mutuo. Alcuni mutui limitano l'aumento e, soprattutto, la riduzione della rata ad una determinata soglia.

Temi: mutui ipotecari, tasso fisso, tasso variabile

Sito in Vendita

MutuiIpotecari.com - All rights reserved